Per le sale da ballo

Negli anni 2004-2005, non ricordo perfettamente ma circa li, ero alla 'Festa dell'Unità' al Parco Nord di Bologna.
L'orchestrina di turno suonò un 'mambo', a me e a mia moglie piace il mambo, la pista era parzialmente vuota ed iniziammo a ballare.

Dopo meno di mezzo minuto si riempì di 'gruppisti' (posso chiamarli o ... chiamarvi così?).
Bene il mio spazio fu invaso da loro, tanto da farmi desistere dal continuare a ballare.

Veniamo ad oggi, anzi a ieri sera 27 giugno 2017 alla Festa dell'Unità alla Cicogna in San Lazzaro di Savena (Bologna)
A parte che mi è sembrato un autentico mortorio! Poche persone, locali vuoti, unico posto un po' più affollato era la pista da ballo.

Ma ... il povero complessino Budriesi, o per indicazioni ricevute o per scelta condizionata, ha fatto musica più indirizzata ai 'balli di gruppo' che altro.
Relegando in brevi spazi qualche valzer, mazurca e polca, con una mezza beguine, per le coppie.
Valzer lento, tango e foxtrot ... neanche a parlarne!

Ma la cosa peggiore è che di cha cha non si è vista nemmeno l'ombra e, adesso viene il bello!
Hanno scandito il 'Mambo 5'!

Noi eravamo già in pista. Che facciamo? Balliamo!
Arriva una baraonda di persone dei 'balli di gruppo' che fregandosene della nostra presenza, invade il nostro spazio, come nel lontano 2004-2005, e, praticamente, ci manda a sedere.

Come giudicare queste, sia pur rispettabili persone che anelano a ballare da sole 'in gruppo'?
Arroganti? No!!
Idiote? Ci mancherebbe!!
Bifolche? Non saprei neanche cosa voglia dire il termine e non ho neanche voglia di cercarlo sul motore di ricerca che voi preferite.
Fasciste? O Dio, forse non erano ancora nati quando i loro genitori erano tutti fascisti!
Comunisti? Bah! Poi qui, in Emilia e Romagna tutti sono sempre stati comunisti.
O ... no!
Valli a capire ...
Ma ... di comunisti non ce ne sono più! Mi sembra che esista un solo comunista 'doc'; penso che si chiami Vauro, ma forse mi sbaglio, faceva le vignette su 'La 7'.
Ma anche questa sembra acqua passata e dimenticata alacremente.

Quindi come definire questi esseri che salgono in pista e a colpi di sculettate, spintoni e spallate ti buttano fuori?

Poveri esseri! Incapaci di comprendere che se vuoi essere oggetto di rispetto, devi rispettare il prossimo.

E qui, una proposta ai gestori delle sale.

Dividete la sala in due parti, con una semplice striscia (tipo quelle dei botteghini), più o meno ampie, balli di gruppo da una parte, coppie dall'altra.
In questo modo si potrebbe avere un reciproco rispetto degli spazi. Non vi sembra una buona soluzione provvisoria fino a quando i 'gruppisti' non trovino un proprio equilibrio e ... rispetto per il prossimo?

Commenti   

+2 #1 it9mnw 2017-09-13 19:09
Ciao Elio, basta raccomandare all'orchestrina di dare annuncio col microfono: "questo pezzo è dedicato alle coppie"!! Di solito funziona. Un affettuoso saluto dal ballerotto Giovanni

Puoi scrivere un commento, un'opinione o una critica, per farlo effettua il login o registrati dal menù.