torna alla pagina precedente

Un direttore d'orchestra non nasce "direttore d'orchestra", lo diventa!
Un pilota di formula 1 non nasce "pilota", lo diventa!

Anche un bravo ballerino, nel suo piccolo, non nasce "ballerino" ma lo diventa.

Come fare per allenare l'orecchio all'ascolto della musica?
Semplice. Procuratevi un 'CD' o una 'cassetta' di musica classica piuttosto lenta e molto ritmata, anche se non è classica, va bene lo stesso. Ascoltatela seduti in poltrona. Cominciate, poi, ad ascoltarla cercando di sentire i battiti più forti. Concentratevi su questi battiti e battete il ritmo con una mano sulla gamba. Lo sentite? Quando ci riuscite con disinvoltura, provateci con l'altra mano. Vi accorgerete che è più facile a farsi che a dirsi.
A questo punto, usate alternativamente le due mani, fate un battito con una mano e un battito con l'altra.
Per ora fermatevi a questo semplice esercizio che, comunque, in futuro farete ogni volta che ascolterete della musica.

Adesso eserciteremo il resto del corpo.
Sempre ascoltando la musica, alzatevi. Ponete i vostri piedi ad una distanza di circa quatto dita l'uno dall'altro, state ritti e rilassati, non irrigidite le gambe e cominciate a oscillare leggermente a destra e a sinistra, non piegate le ginocchia e non tenetele rigide, lasciatele flettere leggermente per conto loro, vi accorgerete che quando oscillate a destra, si solleverà il piede sinistro e viceversa.

Ora cercate di associare le vostre oscillazioni alla musica, ad ogni battito forte della musica, alternativamente, uno dei vostri piedi batte sul pavimento.
Attenzione, non dovete farlo piegando le ginocchia come se fosse una marcia, dovete oscillare col corpo e se le ginocchia si flettono, lasciatele fare; l'importante è che non siate voi a comandarle.
Quando vi sentite padroni di questo ritmo lento, potete passare ad un ritmo più veloce e proseguire con l'esercizio.

Cosa stiamo facendo con questo esercizio? Niente altro che allenare il corpo a muoversi col ritmo della musica.
Adesso provate ad avanzare nella sala o nella camera in cui vi trovate; per evitare eventuali ostacoli cominciate a girare a destra e a sinistra, cercando di calcolare lo spazio di cui avete bisogno per evitare di andare a sbattere. Per aiutarvi mettete delle sedie in giro, come vi pare, e cominciate a girarci intorno a destra e a sinistra, sempre a ritmo di musica. Non è facile?
Successivamente potete esercitarvi con brani ancora più veloci e cominciare a distinguere tra battiti forti e meno forti o deboli.

Puoi scrivere un commento, un'opinione o una critica, per farlo effettua il login o registrati dal menù.