torna alla pagina precedente

Quando vi accingete a studiare una sequenza di passi, la cosa migliore è avere una figura che ne rappresenti, in maniera semplice, le orme.
In tal modo si memorizza visivamente il grafico e, di conseguenza, la si esegue con più facilità.

Una tabellina molto schematica, può aiutare, più che un'insieme di frasi descrittive, a memorizzare meglio ogni singolo passo.
Se necessario, ci può essere anche qualche frase per spiegare i punti più salienti.

Per i principianti, uno schemino di questo genere è più che sufficiente.

Vediamo come procedere per sfruttare al massimo queste poche informazioni.

  1. Guardare la figura cercando di fissarla visivamente.
  2. Leggere la tabellina, se c'è.
  3. Leggere le eventuali descrizioni e note.
  4. Cominciare a provare il primo passo, solo il primo, finchè non vi viene bene.
  5. Provare successivamente solo il secondo passo partendo dalla posizione del primo. Non fate il primo e poi il secondo. Ripetere solo il secondo passo.
  6. Quando siete sicuri che il secondo passo viene bene, ripetete la sequenza 1 e 2.
  7. Se c'è qualcosa che non va, cercate di capire da cosa derivi. Ricordatevi che i passi devono essere fatti con semplicità e nel farli, dovremo essere sempre in equilibrio su noi stessi, mai aggrapparsi al partner per sostenerci. Nel ballo, non ci sono passi contorti e squilibrati, sono gli stessi passi di quando camminiamo.
    Non inventiamoci cose che non esistono!
  8. Una volta trovato il perchè del "qualcosa che non va", provate e riprovate solo quella cosa.
    Non riprovate sempre tutto daccapo, perdete tempo!
  9. Non abbiate fretta di andare avanti, rischiate di fare un lavoro inutile e di non imparate niente. Ricordatevi che quanto più volete imparare velocemente, tanto meno imparerete!
    Ripetete i primi due passi finchè non vi sentite padroni di gestirli con disinvoltura.
  10. I passi successivi vengono studiati singolarmente (come i primi due) finchè non riescono con soddisfazione.
    Non sopravalutatevi e non credetevi dei geni, non bastano poche prove per dire: - Lo so fare.
    Vi accorgerete che dopo un'ora non siete più in grado di ripetere i passi che vi venivano "così bene" prima.
  11. Quando avete finito di studiare tutta la figura, vi potete esercitare ad eseguirla completa , senza musica, scandendo i termini nella colonna "conto" della tabella. Dapprima molto lentamente e, successivamente, aumentando il ritmo, fino a portarlo vicino alla "Velocità di esecuzione".
    Ripeto, non abbiate fretta! Pensate! Se solo ne studiate una alla settimana, in un anno quante ne imparereste?
  12. Solo dopo potrete mettere la musica ed esercitarvi, ricordandovi sempre che è l'uomo che conduce la dama e non che "ognuno fa i suoi passi"!
Studiate con passione e con attenzione, siate sempre gentili col partner (state lavorando insieme), aiutatevi a vicenda e non disdegate qualsiasi consiglio che vi viene da parte sua, anzi accettatelo come un ulteriore arricchimento delle vostre conoscenze.
Spesso, quello che ci dice il partner è proprio quello che noi non vediamo (o non vogliamo vedere) ma che vedono gli altri.

Quando avrete imparato bene due o tre basi ritmiche, andate in sala a ballare! Non c'è posto migliore per esercitarsi. Siate disinvolti e sorridenti, ricordatevi sempre che tutti quelli che sono li, sono partiti da zero come voi.

Ultima cosa: In sala non si studia e non si fanno delle prove, si balla solo per divertirsi, quindi...

Puoi scrivere un commento, un'opinione o una critica, per farlo effettua il login o registrati dal menù.