torna alla pagina precedente

Introduzione al ChaChaCha

Il ChaCha è uno tra i balli più belli insieme alla Rumba (che è al top, per me) ed è paragonabile ai rispettivi balli da sala come il Valzer lento ed il FoxTrot.
Non è assolutamente un "ballo di gruppo"!

Premetto che l'argomento essenziale da comprendere è lo chassé. Cosa sia, è spiegato nel Dizionario

Si parte col passo n° 1 sull'1 della musica, poi ci sono i passi n° 2 e n° 3 eseguiti rispettivamente sul 2 e sul 3 musicale.
Sul 4 musicale, invece, si fanno due passi che non durano un tempo intero, come nell'1-2-3 musicale, ma durano 1/2 tempo ciascuno ed il passo del secondo 1/2 tempo esegue lo chassé.
Mi trovo un po' in difficoltà a spiegare quest'ultimo passaggio, ma ci provo con 2 figurine.

Queste due figure sono simmetriche e dovrebbero far capire meglio cosa si intende per 'chassé'.
I tempi musicali che vengono presi in considerazione in queste figure sono il 4° della battuta attuale ed il 1° della battuta successiva.
La successione dei passi è 4&1. L'1 è un passo di 1 tempo musicale, come ho spiegato prima, il 4& è il tempo 4 della musica che viene eseguito in due passi di metà tempo ciascuno.
I passi che vengono eseguiti nelle due figure sono simmetrici, sia tra le figure che tra Dama e Cavaliere.
Questo è l'essenziale del ChaChaCha.
Il passo 4 corrispone al 1° Cha (1/2 tempo), la & corrisponde al 2° Cha (1/2 tempo) e il passo 1 è il 3° Cha (1 tempo intero).
In altre parole, i primi due Cha si eseguono in un tempo pari al 3° Cha.

Poichè voglio far capire questo concetto, aggiungo ulteriori analisi.
Al contrario di quello che si vedete spesso nella maggior parte delle sale (alcuni ballerini, nel fare questo chassé, saltellano).
Non si saltella, si va di anche!
Come? Eh! Eh! È tutto lì! Altrimenti sarebbe troppo facile!

Entriamo nel vivo. Non importa da dove partite. Fate, comunque, i passi lentamente; cercando di far durare il passo 1 il doppio degli altri precedenti.
Non abbiate fretta di andare avanti, mi raccomando! Non credetevi dei geni, non esistono o, molto probabilmente, non lo siete voi!
Con l'esercizio, tutto diventerà naturale e semplice. Con l'esercizio! Ovvio!

Scusate le digressioni ma le reputo necessarie per una discreta comprensione.

Piedi uniti, vale per l'uomo e per la dama. Potete, naturalmente esercitarvi anche singolarmente ed all'inizio e preferibile senza musica.
Passo 4 a lato, il piede poggia il bordo interno della pianta sul pavimento e poi piatto, contemporaneamente il corpo inizia a spostarsi nella stessa direzione fino a quando tutto il peso insiste su tutto il piede, anche sul tacco.
In queste condizioni la gamba deve risultare tesa e la parte esterna dell'anca deve risultare leggermente fuori dalla pianta del piede.
Contemporaneamente, il piede che prima sosteneva il peso, gradualmente solleva il tacco e si trova con la punta poggiata sul pavimento.
La & consiste nell'unire il piede a quello mosso precedentemente.
Anche questo movimento non è banale.
Il secondo piede si va a chiudere di piatto sull'alto; contemporaneamente le anche si spostano dalla parte opposta, ovvero dal lato della gamba che ha fatto la "&".
Il 3° passo, l'1, è identico e preciso al 4, solo che dura il doppio del tempo.

Come potreste fare un esercizio di continuo su questi passi?
Cerco di aiutarvi.
Dopo l'1, unite, senza peso, l'altro piede ed andate dalla parte opposta ripetendo il 4&1 e poi dall'altra parte.

Per ora è tutto. E ... non pensiate di aver imparato dopo 4 o 5 volte che l'abbiate provato!

Dimenticavo, se avete voglia di divertirvi, confrontate le differenze con la Beguine dove esiste lo stesso il 4&1 ma non c'è nessuno chassé.

Puoi scrivere un commento, un'opinione o una critica, per farlo effettua il login o registrati dal menù.