torna alla pagina precedente

Introduzione alla Mazurca

Prima di cimentarsi con la musica della Mazurca, sarà utile studiare gli argomenti sviluppati nelle sezioni Laboratorio e Officina.
Inoltre, cominciate prima a fare i passi contando 1-2-3 col vostro tempo, solo quando vi accorgete che i passi della figura vi vengono abbastanza spontanei, solo allora provate a farli con una musica di Valzer Lento.
Se avete in casa degli smanettoni di computer o lo siete voi stessi, potete cercare, in Internet, dei programmi musicali che rallentano la musica.
In questo modo, potete ascoltare la musica ad un ritmo rallentato, calibrata sulle vostre capacità attuali e poi aumentare il ritmo, man mano che andate avanti con i vostri esercizi.

La mazurca viene ballata, in Italia, in vari modi. Ogni regione, se non ogni città, ha un modo proprio di ballarla.
Per evitare di fare andare in fumo il cervello, qui illustreremo uno dei modi più semplici per eseguirla.

Nella Lez. n° 1 è illustrata la Base ritmica, ovvero la sequenza di passi che distingue la mazurca dagli altri balli.
Nella Lez. n° 2 è illustrato il Passo stop, senza il quale la mazurca che andremo a studiare non può essere eseguita.
Nella Lez. n° 3 vedremo come eseguire il Giro naturale.
Nella Lez. n° 4, invece, studieremo il Giro rovescio.

Le figure, riportate nelle lezioni, indicano solo la sequenza dei piedi, ma, come spiegato in Ballare e camminare, è il corpo che avanza prima del piede!
Inoltre, la posizione delle sagome dei piedi, disegnate nelle figure, sono da prendere "circa li", se fate il passo più lungo, più breve, più o meno in diagonale, va bene lo stesso.

Tutte le lezioni che fanno parte della sezione "Primi passi" vengono svolte in maniera sintetica per evitare di affaticare l'allievo con troppe nozioni.



Puoi scrivere un commento, un'opinione o una critica, per farlo effettua il login o registrati dal menù.